Come fare una buona pizza: 10 cose da sapere!

Come fare una buona pizza consigli

Cosa c’è di meglio di una bella serata in pizzeria ogni tanto? La pizza è uno degli alimenti più antichi, semplici e buoni che ci siano e, fra le tante virtù, possiede anche quella che possiamo prepararcela in casa quando vogliamo, a patto di seguire alcune piccole regole. Oggi vi daremo 10 consigli indispensabili su come fare una buona pizza, che avrà ben poco da invidiare a quelle del ristorante!

1) Scegliete la giusta farina

Le farine non sono tutte uguali, e vanno scelte con cura: per fare una buona pizza è necessaria una farina abbastanza forte, che formi un impasto elastico e resistente, che regga bene sia in fase di preparazione che in cottura. L’ideale sarebbe mescolare in parti uguali:

  • Farina 00: quella classica, abbastanza debole, che usiamo un po’ per tutto.
  • Farina 0: più forte, darà più consistenza al nostro impasto.

2) Attenzione all’acqua che utilizzate

Non stiamo esagerando: a tutti verrebbe spontaneo utilizzare la comune acqua del rubinetto, ma quest’ultima, oltre ad essere spesso troppo ricca di calcio, viene solitamente disinfettata con il cloro che, oltre ad alterare il sapore del nostro impasto, potrebbe anche inibirne la lievitazione, in quanto, essendo un disinfettante, uccide i lieviti. Per tutte queste ragioni vi consigliamo di acquistare acqua naturale in bottiglia, di media durezza.

3) acquistate lievito di birra fresco

Se volete preparare una buona pizza, soffice e fragrante, è indispensabile che acquistiate il lievito giusto: quest’ultimo serve a sviluppare bolle di anidride carbonica all’interno dell’impasto, facendolo crescere e rendendolo soffice. Il migliore per questo scopo è il lievito di birra fresco in panetti, che dovrete sciogliere prima in acqua tiepida, per farlo amalgamare meglio agli altri ingredienti.

4) Non abbiate paura di usare la forza

Volete imparare a fare una pizza buona, che non avrà nulla da invidiare a quella dei pizzaioli esperti? Allora non abbiate paura di “farle male”! Ci spieghiamo meglio: il mix di lievito, acqua e farina va lavorato a fondo con le mani, mettendoci una buona dose di forza, per almeno 10 minuti, perché solo così aiuteremo la farina a formare quella “maglia glutinica” così importante per rendere il nostro impasto elastico e resistente, e di conseguenza la nostra pizza fragrante.

5) Aggiungete il sale solo alla fine

Forse, tra i consigli su come fare una buona pizza, questo è quello più importante: il sale va aggiunto solo alla fine del processo di impastamento, quando il lievito avrà già cominciato ad agire. Il sale inibisce infatti la lievitazione e, aggiungendolo appena iniziamo ad impastare (come fanno molti), rischieremmo di rendere inutili tutti gli accorgimenti presi per rendere la nostra pizza soffice e fragrante.

Come fare una buona pizza

6) Non abbiate fretta

La pizza davvero buona è quella ben lievitata, ed un impasto si considera cresciuto a sufficienza quando le sue dimensioni originali sono almeno raddoppiate: per farlo lievitare a sufficienza, va fatto riposare almeno 3 ore! Più lasceremo crescere il nostro impasto e più il risultato finale sarà buono, quindi l’ideale sarebbe prepararlo molto prima, e lasciarlo riposare il più possibile (anche tutta la notte).

7) Fate lievitare l’impasto nel posto giusto

Per lievitare in maniera adeguata, la pasta per la pizza va fatta riposare in un luogo tiepido, al riparo da correnti d’aria: d’estate il problema non si pone, ma d’inverno, quando fa molto freddo, la faccenda diventa più problematica. Per ovviare a questo inconveniente vi basterà far maturare l’impasto nel forno spento, ma con la lucina interna accesa: la vostra pizza lieviterà a parfezione!

8) non utilizzate mai il mattarello.

Al momento di stendere il disco della pizza, scordatevi completamente il mattarello: utilizzarlo sarebbe il modo migliore per schiacciare troppo l’impasto, facendo fuoriuscire tutti i gas che si sono formati al suo interno grazie alla lievitazione! L’impasto va stesso esclusivamente con la punta delle dita, con un movimento che va dal centro verso la periferia: in questo modo sulla superficie della pasta si creeranno anche dei piccoli avvallamenti, perfetti per assorbire i condimenti.

9) Diffidate delle placche da forno

Non è affatto vero che, al momento di cuocere l’impasto un contenitore vale l’altro: la pizza ha bisogno di molto calore, soprattutto nella parte inferiore, e a questo scopo la placca da forno (che a molti sembra giustamente la soluzione più comoda) non va affatto bene, in quanto essendo troppo spessa si scalda molto lentamente. L’ideale sarebbe cuocere la vostra pizza su una pietra refrattaria o su una teglia in alluminio sottile, tutti supporti che giungono molto velocemente a temperatura.

10) Utilizzate il forno nel modo giusto

La pizza, lo abbiamo detto prima, per cuocere bene ha bisogno di molto calore, quindi ricordatevi di scaldare bene il forno, per almeno 15 minuti, prima di mettercela dentro. La temperatura da impostare cambia a seconda del forno che possedete:

  • Nel forno statico impostatela a 250° e mettete la pizza nel ripiano più basso.
  • Nel forno ventilato basterà impostarla a 220° e mettere la pizza a mezza altezza.

La pizza sarà cotta quando i bordi cominceranno a diventare dorati: dai 15 ai 20 minuti dovrebbero bastare.

Ora che i trucchi su come fare una buona pizza a casa vostra li conoscete tutti, cosa aspettate a cominciare a lavorare e, soprattutto, ad assaggiare?

Raf: pizza romana nel cuore di prati!

Coma fare una buona pizza Raf

Se amate la pizza bassa e croccante “alla romana”, rigorosamente cotta a legna, vi aspettiamo da RAF in via Plinio 17, nel cuore di Prati: siamo aperti “all day long”!

Le pizze, tutte preparate con materie prime di ottima qualità, sono frutto della passione e dell’esperienza dei nostri pizzaioli, che ve le serviranno in tutti i modi, dalle più classiche alle più fantasiose, tutte con primizie di stagione. Eccovi qualche esempio:

  • Avete mei provato la pizza Cacio e Pepe o quella all’Amatriciana, che richiamano i primi piatti della tradizione?
  • Se vi piace la pasta della pizza ma volete provare qualcosa di nuovo, per voi ci sono invece i nostri tronchetti, preparati nel forno a legna e ripieni di mozzarella e primizie di stagione, oppure le nostre ciambelle salate, disponibili in tantissime versioni e anch’esse cotte a legna
  • Potrete innaffiare il tutto con una selezione di birre alla spina o, perché no, con una nutrita carta di vini bianchi, rossi e bollicine.

Date uno sguardo al nostro menu, fatevi venire l’acquolina in bocca e prenotate il vostro tavolo: siamo aperti tutti i giorni, dalle 12:00 a mezzanotte, e saremo felici di accogliervi, con professionalità e sempre col sorriso!

Prenota Tavolo - Pranzo & Cena - Con email

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.